giovedì 16 febbraio 2017

Il Santa Rosa ospita gli studenti della Scuola americana di Viterbo

Nell'ambito dell'internazionalizzazione, la classe 4AM del Liceo Musicale S. Rosa da Viterbo, insieme ad altre dell'istituto, ha avuto il compito di accogliere uno studente di nazionalità cinese, attualmente frequentante la Scuola Americana di Viterbo, School Year Abroad.

Gli studenti lo hanno intervistato. E' Alex L., ha 16 anni, è nato ad Hong Kong, pratica il rugby, studia alla scuola internazionale di Pechino ed ha una sorella di 18 anni che, momentaneamente, si sta perfezionando negli Stati Uniti; lui, insieme alla sua famiglia, vive a Pechino, anche se ama molto viaggiare per approfondire lo studio delle lingue; è infatti qui in Italia da quest’estate, per tale scopo.


Insieme agli studenti della classe, Alex ha avuto la possibilità di dialogare in italiano, conoscere nuove parole, ascoltare le lezioni degli insegnanti; allo stesso modo i ragazzi del Liceo hanno potuto arricchire la conoscenza della lingua inglese. Queste esperienze di interscambio culturale e linguistico, che rompono gli schemi della lezione tradizionale, sono frequenti nell'Istituto, e danno la possibilità agli studenti di confrontarsi direttamente con persone madrelingua.

Da lunedì 6 a giovedì 9 febbraio 2017, Alex ha partecipato a tutte le attività della classe. E' stato, inoltre, interessante confrontarsi su differenze e somiglianze dell’organizzazione scolastica: in Cina gli studenti, al contrario di ciò che avviene in Italia, si spostano al cambio dell’ora, ossia si recano presso l’aula del professore che sarà uguale per tutti, per quella specifica disciplina. Gli studenti cinesi hanno test scritti la cui votazione è identica a quella americana (“A” il massimo, “F” il minimo); inoltre, sono tenuti a organizzare delle presentazioni orali sulla base di progetti; anche loro, hanno un Dirigente scolastico, responsabile dell'intero Istituto. Per i più piccoli i viaggi d'istruzione sono possibili solo all’interno del proprio stato; solo  gli studenti degli ultimi anni avranno l’opportunità di viaggiore all’estero.

Alex ha poi spiegato alcune particolarità della lingua cinese. La sua complessità, a suo avviso, sta nella scrittura di più di 6 000 segni e nella pronuncia di 4 diversi accenti che, a seconda dell'uso che se ne fa, possono cambiare l’intera parola (per es.: wā = rana, wá = bimbo, wă = piastrella, wà = calze). Il cinese, come l'italiano, ha molti dialetti, ma la lingua principale della Cina è il mandarino, mentre quella più usata è il cantonese.

Gli studenti del liceo musicale sono rimasti entusiasti di questa esperienza scolastica tant'è che, nonostante il breve tempo trascorso insieme, hanno instaurato un'amicizia particolare con Alex, ripromettendosi di tenersi in contatto anche al di fuori delle "mura" scolastiche.

Camilla Pollini, 4AM 14.02.2017

Nessun commento:

Posta un commento