giovedì 12 gennaio 2017

Un debutto da professionisti: "Bastiano e Bastiano" di Mozart messo in scena dal Liceo musicale Santa Rosa

E' stato un trionfo, il 17 e 18 dicembre scorso, il debutto degli studenti del Liceo musicale Santa Rosa da Viterbo che si sono esibiti nel singspiel mozartiano, "Bastiano e Bastiana", (opera in musica in un solo atto e in lingua tedesca) che l'enfant prodige Wolfgang Amadeus Mozart vede rappresentata per la prima volta nel 1768 a Vienna quando ha solo 12 anni.

Gli studenti del Santa Rosa, sia cantanti protagonisti che musicisti dell'orchestra, hanno avuto l'occasione di sentire sulla propria pelle l'esperienza diretta del fare musica insieme e dal vivo, stare "dentro l'opera" da veri musicisti professionisti poiché lo spettacolo è stato allestito in tutti i suoi particolari scenici.  

Ad accompagnarli in questo complesso percorso sono stati i professori di strumento dei ragazzi che hanno suonato insieme a loro affiancandoli nell'orchestra, ed esperti esterni come il M° Gino Nappo, che ha diretto l'orchestra, Serenella Isidori, che ha curato la coreografa e Isabel Pascoloscenografa e costumista.

L'opera ha inizio con Bastiana (interpretata da Eleonora Zazzu e Nicol Oroni) che, scontenta per il calo delle attenzioni da parte del suo amato Bastiano (interpretato da Gianni Mancini e Aldo Castè) chiede consiglio al mago Colas (interpretato da Jacopo Burla e Filippo Malvezzi) che le suggerisce di comportarsi in modo superficiale. 




Successivamente Bastiano saluta il Colas che viene scacciato da Bastiana; l'amato chiede aiuto al mago per riconquistarla. Bastiano minaccia di suicidarsi e la fanciulla, pur non lasciandosi intimorire, ha paura di perdere il suo amato. Infine Colas, nei canoni del lieto fine, riappacifica la coppia. 


di BUSSU gABRIELLA e CAMILLA POLLINI (4°AM) 

Nessun commento:

Posta un commento